Letture per un anno

Che cosa leggere in un momento qualsiasi di un anno qualunque? Ogni cosa; purché, naturalmente, non si tratti di una cosa qualsiasi. Ecco, dunque, qualche suggerimento per dei testi che forse varrebbe la pena, per ciascuno, prendere in considerazione. Sempre partendo dal presupposto che, come anche per quanto concerne le strade da seguire, o le liste di ogni genere e natura: di studenti, della spesa, di carcerati, di cose – in genere – di cui disfarsi o approvvigionarsi; ebbene: tutto questo conglomerato tassonomico è fatto per essere disatteso.

Per quanto concerne l’assegnazione stagionale, è talmente labile che, se non fosse lì a dar mostra di sé, si potrebbe quasi evitare di considerarla. In fondo, ridestinare un titolo ad altra stagione significa riconoscerlo come potenzialmente appartenente ad altre tre. O perfino a quattro, nel caso non si voglia tener conto dell’assegnazione iniziale.

Per tornare alla nostra lista, direi che va presa con le pinze: questi libri sono numerati per l’unica ragione che non se ne rispetti l’ordine numerico. Consiglio, a questo proposito, di consultare  i presenti titoli capoverso: con la testa all’ingiù. Nel caso questa indicazione trovasse qualcuno contrariato, debbo informarvi del «piano B» e di come esso sia notevolmente più drastico, benché preveda risvolti piacevoli: cambiate nazione, alterate il punto di vista o, al limite, variate stagione.

 

Autunno

  1. Don DeLillo, L’uomo che cade
  2. Chimamanda Ngozi Adichie, Metá di un sole giallo
  3. Mark Haddon, Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte
  4. Philip Roth, Pastorale americana
  5. Jhumpa Lahiri, L’omonimo
  6. Sheridan Le Fanu, In un bicchiere scuro
  7. Ardal O’Hanlon, La lingua della città
  8. Iris Murdoch, Una testa tagliata
  9. Zadie Smith, Denti bianchi
  10. Maria Corti, L’ora di tutti
  11. Kazuo Ishiguro, Gli inconsolabili
  12. Elena Ferrante, L’amore molesto
  13. Ivan Klima, Aspettando il buio, aspettando la luce
  14. E. Annie Proulx, Avviso ai naviganti
  15. Ermine Özdamar, La vita è un caravanserraglio
  16. Honoré De Balzac, Illusioni perdute
  17. Donna Tartt, Dio di illusioni
  18. Iain Banks, La strada del corvo
  19. Paul Auster, Leviathan
  20. Amitav Ghosh, Le linee d’ombra
  21. Ernst Jünger, Le api di vetro
  22. Jeanette Winterson, Il sesso delle ciliegie
  23. Janice Galloway, Il trucco è continuare a respirare
  24. José Saramago, Storia dell’assedio di Lisbona
  25. Harry Mathews, Sigarette
  26. Douglas Adams, L’investigatore olistico Dirk Gently’s
  27. Stendhal, La certosa di Parma
  28. Isabel Allende, D’amore e d’ombra
  29. Eduardo Galeano, Memoria del fuoco
  30. Primo Levi, I sommersi e i salvati
  31. John Irving, Le regole della casa del sidro
  32. Milan Kundera, L’insostenibile leggerezza dell’essere
  33. Salman Rushdie, La vergogna
  34. Fernando Pessoa, Il libro dell’inquietudine

Inverno

  1. Alice Walker, Il colore viola
  2. Botho Strauss, Coppie passanti
  3. André Brink, Un’arida stagione bianca
  4. Iris Murdoch, Il mare, il mare
  5. Mario Soldati, L’attore
  6. Manuel Puig, Il bacio della donna ragno
  7. Gabriel García Márquez, Cent’anni di solitudine
  8. Luigi Pirandello, Uno, nessuno e centomila
  9. Elsa Morante, La storia
  10. Graham Greene, Il console onorario
  11. Alexandre Dumas, Il conte di Montecristo
  12. Robertson Davies, Il quinto incomodo
  13. Vladimir Nabokov, Ada o dell’ardore
  14. Angus Wilson, Per gioco ma sul serio
  15. Juan Goytosolo, Segni d’identità
  16. Marguerite Duras, L’amante
  17. Mesa Selimovic, Il derviscio e la morte
  18. Ngugi wa Thiong’o, Il fiume nel mezzo
  19. Danilo Kis, Giardino, cenere
  20. John Le Carré, La spia che venne dal freddo
  21. Anthony Burgess, La dolce bestia
  22. Luis Martín-Santos, Tempo di silenzio
  23. Roberto Bolaño, I detective selvaggi
  24. J. D. Salinger, Franny e Zooey
  25. Harper Lee, Il buio oltre la siepe
  26. Günter Grass, Il tamburo di latta
  27. Emily Brontë, Cime tempestose
  28. Max Frisch, Homo faber
  29. Nikos Kazantzakis, Rapporto al Greco
  30. T. H. White, Re in eterno
  31. Hanif Kureishi, Il Budda delle periferie
  32. Georges Bataille, L’azzurro del cielo
  33. Alejo Carpentier, I passi perduti
  34. Octavio Paz, Il labirinto della solitudine
  35. Camilo José Cela, L’alveare
  36. Aldous Huxley, Il mondo nuovo
  37. Albert Camus, Lo straniero
  38. Isaac Asimov, Io, Robot
  39. James Thurber, La meravigliosa O e i tredici orologi
  40. George Orwell, 1984
  41. Alberto Moravia, Il conformista
  42. André Breton, Nadja
  43. Herman Hesse, Il giuoco delle perle di vetro
  44. Sandor Marai, Le braci

Primavera

  1. Dino Buzzati, Il deserto dei Tartari
  2. Ernest Hemingway, Per chi suona la campana
  3. Jean-Paul Sartre, La nausea
  4. Marguerite Yourcenar, Memorie di Adriano
  5. Rebecca West, La canna pensante
  6. Raymond Chandler, Il grande sonno
  7. Elias Canetti, Auto-da-fé
  8. Joseph Roth, La marcia di Radezky
  9. Virginia Woolf, Gita al faro
  10. Radclyffe Hall, Il pozzo della solitudine
  11. Dan Sleigh, Isole
  12. Nella Larsen, Sabbie mobili
  13. Georges Bernanos, Sotto il sole di Satana
  14. Francis Scott Fitzgerald, Il grande Gatsby
  15. Willa Cather, La casa del professore
  16. Mariano Azuela, Quelli di sotto
  17. Joseph Conrad, Nostromo
  18. André Gide, L’immoralista
  19. Rudyard Kipling, Kim
  20. Henry James, Le ali della colomba
  21. Giuseppe Dessì, Paese d’ombre

Estate

  1. Joris-Karl Huysmans, L’abisso
  2. August Strindberg, Mare aperto
  3. Almudena Grandes, Le età di Lulù
  4. Guy de Maupassant, Bel-Ami
  5. Emile Zola, Nana
  6. Ivan Turgenev, Acque di primavera
  7. Tommaso Landolfi, La pietra lunare
  8. Gustave Flaubert, Bouvard e Pècuchet
  9. Thomas Hardy, Via dalla pazza folla
  10. D. H. Lawrence, L’amante di lady Chatterley
  11. Victor Hugo, I miserabili
  12. Adalbert Stifter, Tarda estate
  13. Reinaldo Arenas, Prima che sia notte
  14. John Updike, Torna, coniglio
  15. Vladimir Nabokov, Lolita
  16. Amos Oz, La scatola nera
  17. Jane Austen, Orgoglio e pregiudizio
  18. Italo Svevo, La coscienza di Zeno
  19. Thomas Mann, La montagna incantata
  20. Raymond Queneau, Esercizi di stile
  21. Boris Vian, La schiuma dei giorni