Stéfano Pérez Tonella

Stéfano Pérez Tonella (Varese, 1972). Laureato in DAMS, specializzato in Drammaturgia contemporanea, svolge attività di formazione e ricerca.
Vive a Varese.

Formazione

Laureato in DAMS1)DAMS: Discipline dell’Arte, della Musica e dello Spettacolo., specializzato in Arti Drammatiche. Ho terminato gli studi universitari nel 2001, con una tesi in Filosofia Estetica sulle Poetiche teatrali nel Rinascimento. Da allora, ho seguito numerosi laboratori e conferenze su temi quali: DrammaturgiaRicerca iconografica, Regia (teatrale), Montaggio cinematografico, Fotografia: di scena, still-life, ritrattistica, cinematografica 

Dopo la laurea ho seguito un Master in e-business management (ISTUD2)Fondazione Istud: Istituto Studi Direzionali, Milano – Stresa (Vb).), al termine del quale ho partecipato a uno stage internazionale di ricerca sul tema delle Intelligenze artificiali (Università di Murcia, Spagna / Cattedra UNESCO in Knowledge Management, L’Avana, Cuba.

Durante tale periodo, ho potuto approfondire alcuni temi che mi interessavano particolarmente rispetto alla strutturazione della comunicazione e dell’informazione, come le dinamiche di normalizzazione, accesso e trasformazione dei dati. Ho inoltre studiato i fondamenti di alcuni linguaggi di programmazione (Pascal, C, Java) e analizzato i principali pattern di disegno. Ho infine conseguito un Diploma post-laurea in disegno e sviluppo web con tecnologie Php/Mysql (Università di Murcia, Campus de Espinardo).

Esperienze professionali

Dal 1998 organizzo laboratori di scrittura creativa, drammaturgia, recitazione, fotografia. Tengo incontri su temi di estetica e letteratura. Partecipo alla conduzione dell’Associazione Burritos, che ho contribuito a fondare, e dei marchi editoriali a essa correlati.  Lavoro come formatore / ricercatore negli ambiti della Comunicazione, del Teatro, della Fotografia.

Per conto di diversi centri formativi, insegno Lingua e letteratura italiana; Letteratura spagnola contemporanea; Teatro pre-ispanico e colonialeCulture letterarie dell’America Latina.

Lingue conosciute

  • Italiano (madrelingua)
  • Spagnolo (liv. madrelingua)
  • Inglese (liv. B2)

Didattica e Ricerca

Il ritratto nelle arti visive e in letteratura
Sulle tracce della «numinosa»
Laboratorio di fotografia per ciechi

 

Progetti e Pubblicazioni

Ho tradotto, dall’italiano allo spagnolo, alcune opere di Luigi Pirandello: L’uomo dal fiore in bocca, Enrico IV, La giara. 

Ho scritto e messo in scena la pièce, per bambini e ragazzi, Lar de brujos (Sapallanga in lingua quechua)3)It: Terra di stregoni. Il termine spagnolo “lar”, usato più comunemente al plurale, identifica “ciascuno degli dei della casa, a cui gli antichi romani rendevano omaggio”(Dizion. della Real Academia spagnola)., ispirata alle leggende andine. Alcune prove di scena e le prime bozze, furono scritte nel 2005, in collaborazione con Barbara Lörincz, e provate con i ragazzi della Casa Famiglia Mosoq Runa (Urubamba, Perù).

Ad Arequipa (Perù) ho iniziato la lavorazione del dramma storico Túpac Amaru: el último inca. L’opera fu messa in scena nel 2006. Dall’anno seguente collaboro. come ricercatore, con il Centro di ricerca teatrale «El Desván» (Messico)4)già Centro de Producción e Investigación Teatral «El Desván» fondato da Edgar Martínez (Costa Rica, 1928 – México, 2012).

Nel 2011, la rivista italiana «Fotografare» pubblica un servizio dal titolo: «Stéfano Pérez Tonella: Fotografo Latino». Su FotoDNG (rivista spagnola dedicata al mondo della fotografia) sono state pubblicate in anteprima alcune foto del progetto fotografico Terre di Confine.

Raccolgo, da diversi anni materiale iconografico sul personaggio di Salomè.
Il progetto Normopatico (2012), serie di autoritratti fotografici, è stato premiato da Sara Munari (ricercatrice e docente) per Obiettivo Reporter ed esposto presso la sede milanese della rivista. Il Musinf (Museo Comunale d’arte moderna, dell’informazione e della fotografia) di Senigallia (An) ha acquisito due opere del progetto per l’archivio nazionale dell’autoritratto.

Il progetto Normopático è citato nel libro di Giorgio Bonomi Il corpo solitario, Vol. II, Soverìa Mannelli (CZ), Rubbettino Editore, 2017.

Nel corso di un anno ho realizzato il progetto fotografico Risaie: ritratti di terra, stagioni ed elementi nella campagna fra Vercelli e il Monferrato.

La Mighty Tieton Warehouse (Tieton, Washington) ha acquisito un’opera del progetto com/posiciones: serie fotografica ispirata alla raccolta poetica omonima di Juan Gelman.

Un’opera fotografica realizzata in collaborazione con l’attrice Giulia Manzini, è stata scelta per la promozione dell’evento espositivo «The Story of the Creative» (New York: 2013), promosso e organizzato dalla «See Me Gallery».

 

Note   [ + ]

1. DAMS: Discipline dell’Arte, della Musica e dello Spettacolo.
2. Fondazione Istud: Istituto Studi Direzionali, Milano – Stresa (Vb).
3. It: Terra di stregoni. Il termine spagnolo “lar”, usato più comunemente al plurale, identifica “ciascuno degli dei della casa, a cui gli antichi romani rendevano omaggio”(Dizion. della Real Academia spagnola).
4. già Centro de Producción e Investigación Teatral «El Desván»